Markets.com

- Bonus no deposito - MT4, Sirix e Mobile - Social Trading - Conti segregati

Più info

XM.com

- Mt4 - Bonus senza deposito - Conti segregati - Spread competitivi - Concorsi e punti fedeltà

Più Info

AvaTrade

- Depositi con Banca Unicredit e PayPal - Doppia piattaforma anche MT4, Mobile e Mac

Più info

Post più popolari

Advertise Here

I più letti dell'ultima settimana

lunedì 13 giugno 2016

Trading scalping con barra di decisione delle mani forti [ESEMPI]

Pamela     lunedì, giugno 13, 2016     Nessun Commento
Fare trading con la price action richiede molta osservazione e studio dei grafici, ma una volta aver raggiunto un livello di conoscenze adatto, le soddisfazioni sono migliori del trading con l'aiuto di indicatori e figure standard dell'analisi tecnica.

Fare trading online con la price action significa seguire realmente i movimenti delle mani forti e dunque avere più probabilità che i propri trade vadano a buon fine.

In questo articolo potrai vedere come faccio trading con un tipo di barra che può essere definita come barra di decisione delle mani forti. Il nome è assolutamente inventato e non so se troverai la strategia spiegata da altri trader, perché io l'ho "scoperta" semplicemente tramite un'osservazione costante dei grafici.

Spiegare il trading con l'azione del prezzo diventa molto difficile, perché anni di studio, osservazione e pratica non possono essere assolutamente riassunte in un piccolo post di un blog di trading. Tuttavia provo man mano a spiegarti quello che faccio con degli esempi pratici sul cambio maggiore euro dollaro, che è quello a cui affido più operazioni.

La strategia sull'azione del prezzo che sto per farti vedere è una tecnica di scalping per seguire il trend di brevissimo periodo, ma può essere usata anche su time frame più ampi. Io preferisco i time frame bassi perché posso avere un rischio più basso e più possibilità durante la giornata, ma guardo sempre ciò che succede sui livelli più ampi del mercato.

Strategia barra di decisione delle mani forti


Cosa ci serve per applicare al meglio questa strategia?


L'unica cosa che serve è un buon broker in grado di mostrarti un grafico affidabile, altrimenti la price action diventa falsata, con gravi danni per il tuo conto di trading. Nel mio caso uso Pepperstone, un broker ECN affidabile e con spread molto bassi da 0.1 pip. Provalo con un account di prova.

Io non uso indicatori con la price action, ma per semplicità grafica puoi inserire una media mobile esponenziale a 20 periodi che segua il prezzo. In questo modo riesci a vedere con più facilità la media del prezzo di 20 barre e dunque un eventuale trend. Se vuoi rendere più complessa la grafica puoi anche inserire gli indicatori della tecnica Camelback di Joe Ross o altra strategia per seguire il trend. Ricorda però che se semplifichi il grafico, col tempo capirai davvero come si muove il prezzo e come agire di conseguenza.

Cosa dobbiamo cercare sul grafico?

barra di decisione delle mani forti
barra di decisione delle mani forti


Sul grafico devi cercare una barra che per noi trader parrebbe d'indecisione ma in verità è di decisione per le mani forti. Essa deve avere un corpo nullo, piccolo o comunque non troppo grande e un'ombra sia sul massimo che sul minimo, meglio se simili nell'ampiezza. Solitamente ha una chiusura più alta dell'apertura (rialzista) e si forma all'inizio di un trend o alla sua continuazione dopo una pausa. Tieni presente che comunque non si forma sempre allo stesso modo e va interpreta in base al contorno, agli orari e al giorno, ecco perché è necessario un buon periodo di osservazione su un unico mercato.

Trading con la barra di decisione delle mani forti


Quando si è formata questo tipo di barra di decisione delle mani forti dobbiamo capire se ci troviamo in un trend ribassista o rialzista. Nel primo caso si attende una rottura del suo massimo, per poi entrare a ribasso alla rottura della sua chiusura, del suo minimo o di altri livelli definiti da un'altra barra successiva. Lo stop loss si inserisce sul suo massimo. Nel secondo caso invece, si attende una rottura del suo minimo, per poi entrare a rialzo alla rottura della sua chiusura, del suo massimo o di altri livelli definiti da un'altra barra successiva. Lo stop loss si inserisce sul suo minimo. Per quanto riguarda il target, dipende da cosa troviamo a sinistra del grafico (resistenze e supporti di breve) oppure un target fisso che sia almeno il doppio o, meglio ancora, il triplo dello stop loss.

La barra di decisione praticamente è un segnale che ti dice che le mani forti (market movers, istituzionali o come li vuoi chiamare) stanno lavorando su quel determinato livello per far scendere o salire il prezzo di qualche punto o più. Noi possiamo solo andare loro dietro per guadagnare qualcosa.

Tieni presente che sto cercando di semplificare al massimo questo tipo di figura su cui faccio scalping, ma si tratta di price action e dunque è tutto relativo. Ecco perché ti faccio degli esempi pratici di trading fatti sul cambio euro dollaro il 13 giugno 2016 su time frame a 1 minuto.

Esempi di scalping con barra di decisione delle mani forti


I primi 2 trade su EUR/USD li ho spiegati velocemente sulla mia pagina Facebook:

 Qui di seguito invece ti mostro gli altri 4 della stessa giornata.

Terzo trade a ribasso su euro dollaro

trading scalping barra decisione mani forti
trading scalping barra decisione mani forti


La barra numero 1 forma un uncino e indica un breakout dopo il movimento laterale. Tieni presente che i movimenti a ribasso sono un po' diversi rispetto a quelli a rialzo. I primi sono più veloci quindi le figure possono formarsi diversamente.

Nella barra numero 1 è importante identificare anche quell'ombra accentuata ed anche che è ribassista. Successivamente si forma la nostra barra di decisione delle mani forti, quella nera. Secondo la tecnica si entra a ribasso, dopo che è stato superato il massimo di quella barra nera di decisione, alla rottura del suo minimo.

In verità, ci troviamo di fronte ad un'altra barra con doppia ombra ribassista, il prezzo si trova troppo distante alla media e si è formato un mini-gap sopra la barra numero 1. Aspetto dunque un eventuale altro ritracciamento per l'entrata a ribasso.

Successivamente si forma un'altra barra di decisione quindi cambio prospettiva e attendo eventualmente la rottura del suo massimo. Viene rotto il minimo con la barra 2 e successivamente il massimo che va a rompere anche quello della barra di decisione precedente e recupera il mini-gap.

Quando vedo scendere repentinamente il prezzo, sono pronta per un'entrata a ribasso. Entro alla rottura del minimo della barra numero 2 che a mio avviso è una continuazione della barra di decisione, come lo è anche quella precedente. Lo stop loss quindi lo metto sul suo massimo. Da notare che il livello d'entrata di questa operazione è simile a quello della prima entrata a rialzo.

Chiudo la maggior parte della posizione al primo target, poi il trade termina in stop profit.

Quarto trade a rialzo su euro dollaro

trading price action
trading price action

Stesso livello del trade precedente e del primo. Siamo in un trend a rialzo, la barra numero 1 è la barra di decisione dei market movers, il cui minimo viene superato con la barra numero 2.

Entro a rialzo alla rottura del massimo della barra di decisione (N. 1) ed inserisco lo stop loss sotto al minimo. Il mio primo target ha un rapporto rischio/rendimento davvero ottimo e si trova poco più in basso del massimo di giornata. Il resto del trade si stoppa ma senza alcuna perdita.

Quinto trade a ribasso su euro dollaro

scalping market movers
scalping market movers

Il quinto trade è un po' diverso, ma guardo sempre le stesse cose anche se i disegni sembrano tutt'altra strategia.

La barra di decisione degli istituzionali è indicata con la freccia blu. Viene superato il suo massimo e il prezzo scende. Tuttavia ci troviamo in un movimento laterale e non entro se non vedo un buon livello da raggiungere nel brevissimo periodo. Aspetto quindi una rottura che si è palesata con la pinbar ribassista dove poi ho individuato il mio primo target.

Attendo quindi un ritracciamento per una possibile entrata a ribasso.

Un primo ritracciamento c'è, ma quel tipo di formazione non è un'ottima entrata così come il rapporto rischio/rendimento, quindi passo ancora.

Si forma un'altra barra di decisione delle mani forti, ma viene rotta prima sul minimo, quindi non funziona per il mio trading. E infatti il prezzo poi va in alto e va a rompere di nuovo il massimo della barra di decisione iniziale. Visto l'orario, probabilmente c'erano più ordini da prendere.

Il prezzo è molto veloce in quegli istanti, torna a scendere, risale con un'altra barra e scende ancora velocemente (lo puoi notare anche dal gap che si forma alla terza barra ribassista). Entro quindi alla rottura della chiusura della barra di decisione sulla seconda barra rossa: una sorta di doppio massimo sulla barra di decisione delle mani forti.

Il prezzo scende velocemente e va a toccare proprio il mio target posto sul minimo di quella pinbar ribassista. Questa volta il prezzo raggiunge anche il secondo target.

Questi sono solo alcuni dei modi con cui faccio trading in scalping con la tecnica della barra di decisione. Ogni operazione è diversa, ma il punto è proprio quello di identificare quando le mani forti vanno in una direzione e andargli dietro.

Sesto trade all'apertura della Borsa Americana

trading market movers wall street
trading market movers wall street

Ho fatto anche un'altra operazione che non posso mostrarti perché il prezzo è andato velocemente a target fisso, questo perché si trovava a ridosso dell'apertura di Wall Street. Ho sempre detto che in certi orari non bisogna fare trading, c'è da dire però che osservando certe circostanze a 1 minuto ci sono ottime possibilità di prendere dei punti di guadagno con uno stop loss molto basso. In quell'istante infatti le mani forti lavorano molto.

La barra di decisione dei market movers all'apertura della Borsa Americana infatti è davvero perfetta. Viene rotto il minimo ed entro alla rottura del suo massimo con stop loss sotto al minimo e target fisso su un livello di prezzo importante.

In effetti avrei fatto bene a lasciar correre i profitti, ma l'orario e il mio profitto precedente mi hanno portato a decidere per un trade veloce in questo modo.

Attenzione, anche io prendo degli stop loss, però se riesci a tenerli sempre piccoli come ti ho fatto vedere in queste immagini e a scegliere sempre i trade con la maggiore probabilità di riuscita, ne prenderai pochi e saranno minuscoli: costi che puoi assolutamente sostenere nel lungo periodo.

Spero che questa tecnica reale di trading in scalping ti sia molto utile e cambi la tua prospettiva sui grafici. A tutti coloro che mi chiedono se faccio coaching su skype rispondo che non me la sento di insegnare, io sono una semplice trader che condivide gratuitamente quello che fa. Mi hanno proposto di scrivere un libro o di fare corsi, ma sono cose troppo impegnative che toglierebbero tempo ai miei studi, al mio trading reale e alla mia vita personale. Io preferisco fare trading e condividere le mie conoscenze appena ne ho la possibilità. Spero tu possa apprezzare la veridicità del mio percorso su questo blog e che ti sia utile per il tuo di percorso da trader.

Se provi questa tecnica, se ti va fammi sapere se ti ha portato qualche risultato. Ovviamente, come direbbe il grande Joe Ross, non credere a ciò che dico, prova tutto in demo e trova la tua verità.

Buon trading e a presto con altre precisazioni sul mio trading online.

P.S. Se ti interessa puoi provare il mio stesso broker con un conto demo gratuito valido per 30 giorni sia con la cTrader che con Metatrader 4, basta che registri un account reale e nell'area personale, in cui puoi scegliere la lingua italiana, puoi attivare tutti i conti demo che ti servono gratuitamente e senza obblighi.

giovedì 9 giugno 2016

Perché le strategie di Joe Ross non funzionano?

Pamela     giovedì, giugno 09, 2016     Nessun Commento
Joe Ross e le sue strategie sono state e sono tutt'oggi il mio punto di riferimento. Grazie allo studio dei suoi libri di trading ho iniziato ad approcciarmi al trading online nel modo giusto: con impegno, disciplina, metodo e spirito d'osservazione.

Mi regalai questo blog sul Forex il 4 giugno del 2012, il giorno del mio 29esimo compleanno. Chi ha seguito il mio percorso conosce grossomodo i passi che ho compiuto per arrivare a padroneggiare via via meglio questa materia alquanto insidiosa. Nell'ultimo periodo scrivo poco, proprio perché oltre al fatto che mi piace dire e fare l'essenziale, sono presa da ulteriori studi e pratiche sul trading: dallo scalping puro fino al trading automatico su server VPS Forex che ho sempre snobbato. Per crescere davvero nella propria attività, è necessario essere concentrati nello studio e soprattutto nella pratica, solo così puoi trovare i punti in cui puoi migliorare quotidianamente e raggiungere il tuo obiettivo.

Decisi di regalarmi questo posto al mio compleanno come diario su cui annotare quello che faccio e dunque vedere i miei eventuali miglioramenti o errori da correggere e che potessero essere d'ispirazione anche per chi volesse intraprendere lo stesso mio percorso.

Il blog è sempre stato un po' trascurato nella forma, perché la mia strada principale è quella del trading online e proprio per questo spero di poter essere davvero utile nelle poche cose che condivido, fatte assolutamente di pratica, di vera sostanza e non solo di teoria campata in aria come spesso mi è capitato di vedere sul web.

Ti spiego dunque come ho raggiunto un buon livello di trading online pratico, partendo dalle strategie di Joe Ross.

Le strategie di Joe Ross non funzionano?




Il primo step è stato proprio quello di rispettare alla lettera ciò che insegna Joe Ross. Con questo metodo ho cominciato a vedere e a comprendere le dinamiche dei mercati finanziari. Tuttavia, man mano che sono andata avanti e inquadrato bene le strategie proposte dal master trader americano, ho notato queste due cose:
  • a volte il prezzo non seguiva la regola della strategia, capitava che il prezzo andasse a rompere un determinato livello utile per l'entrata e poi tornasse indietro, proprio come se ci fossero delle forze (mani forti) che - consapevoli dell'importanza di quelle strategie per tanti trader - andassero a caccia degli stop su determinati livelli. Questo succedeva e succede soprattutto per alcune strategie e in alcuni momenti della giornata.
  • Gli stop loss generati da tutte le strategie erano troppo onerosi per il mio piccolo conto di trading online.

Studiare e applicare le regole per infrangerle meglio


Sullo studio di quegli straordinari pattern proposti da Joe Ross, ho effettuato un altro tipo di studio basato sull'osservazione costante e personale di pochissimi mercati. Infatti, mi sono specializzata prima di tutto sul cambio principale euro dollaro, la sterlina, il Gold e il Bund che ultimamente non trado più e alcuni indici (prima solo il Nasdaq e il Dow Jones, oggi sto studiando anche il Dax).

Per tutte le ore che passavo sui grafici, soprattutto su EUR/USD, ero arrivata a sognarmeli pure di notte e tante volte ho avuto ottime intuizioni proprio in quei frangenti in cui la mente è più libera e ispirata.

Dopo aver dunque seguito alla lettera le regole delle strategie di Joe Ross, le ho infrante in base a ciò che mi dicevano i grafici ed anche il mio piccolo conto.

Ho cominciato dunque a ridurre il timing dei grafici dopo aver analizzato quelli ampi con le regole di Joe Ross e a fare delle entrate in base alle sue stesse regole e ad altri rimbalzi che ho notato spesso su certi livelli importanti, come ad esempio la chiusura del giorno prima, strategia che è partita proprio su euro dollaro, ma che è utile anche per altri sottostanti.

Il passo successivo è stato quello di scrivere nero su bianco le mie regole per ogni strategia e per ogni sottostante, insomma, dei piani di trading in grado di indirizzarmi al meglio nel mio trading quotidiano, senza far surriscaldare troppo la mente, per facilitarla nel lavoro soprattutto quando i dati da immagazzinare sono troppi.

Tali piani poi sono stati migliorati e talvolta continuo a modificarne alcuni parametri, perché lo studio sui grafici per un trader che vuole raggiungere un buol livello e buon guadagno, continua costantemente. Ed in effetti, è quello che fa tutt'ora anche Joe Ross, perché i mercati si evolvono ed anche le strategie devono essere migliorate.

Ecco perché le strategie di Joe Ross non riesci a farle funzionare nel tuo trading: devi renderle tue, studiando ogni sfumatura del sottostante che segui e migliorarle dunque per il tuo trading personale.

Per quanto un grafico sia sempre un grafico, ogni strategia di trading non può far vedere le sfumature di tutti i mercati in modo assoluto. È come leggere una ricetta e poi applicarla: difficilmente anche un piatto semplice, come gli spaghetti al pomodoro e basilico, sarà identico fatto da mani diverse, perché ognuno lo prepara a proprio gusto. Allo stesso modo, leggi le ricette dei top trader, applicale alla lettera per capire al meglio come funzionano e poi aggiungi i tuoi ingredienti preferiti e togli quelli che non ti piacciono, così migliorerai il gusto per te stesso.

Le strategie di Joe Ross quindi a mio avviso funzionano e anche bene, ma vanno adattate a te stesso, ai mercati che segui e al tuo conto. E ciò è valido per le strategie di tutti i top trader.

La scrittura di questo articolo è stata ispirata da Andrea di Efficacemente, un blog sulla crescita personale che seguo da molto tempo oramai e che ti consiglio di leggere.

Trading con le strategie di Joe Ross sul Forex: esempio EUR/USD


Qui di seguito voglio farti vedere un esempio pratico di ciò che ho scritto.

strategie joe ross funzionano
Le strategie di Joe Ross funzionano?


Sul grafico di euro dollaro a 30 minuti il prezzo si trova in un movimento laterale dal pomeriggio di ieri 8 giugno 2016. Nella mattinata presto di oggi 9 giugno il prezzo rompe i massimi di questa congestione, poche ore dopo invece ne vengono sfiorati i minimi. In verità, viene rotta a ribasso la chiusura del giorno prima.

Questo pattern rappresenta il secondo attraversamento di Joe Ross: prima caccia agli stop verso l'alto e seconda caccia verso il basso, ritracciamento e seconda rottura a ribasso.

Secondo la strategia di Joe Ross saremmo dovuti entrare alla rottura del minimo della barra rossa delle 9, con stop loss sopra il massimo e take profit doppio o triplo dell'eventuale perdita o comunque seguire il prezzo per un'eventuale chiusura anticipata.

Io invece ho deciso di filtrare la mia entrata ancor prima della formazione definitiva di quella barra e proprio sul livello della chiusura del giorno prima.

Essendo un orario buono per il mio trading in scalping, sono andata a filtrare il tutto su un time frame a 1 minuto. Utilizzando un broker ECN con spread bassissimi da 0,1 pip, posso fare tranquillamente scalping puro anche sul forex. Nell'immagine a 1 minuto si nota la differenza tra bid e ask (linea azzurra e linea rossa del prezzo).

strategie joe ross forex
Strategie di Joe Ross su Forex


Sul grafico a 1 minuto si vede benissimo cosa succede intorno alle 9, orario importantissimo per il mio trading mattutino in scalping: c'è una rottura molto ampia verso l'alto e successivamente un'altra più contenuta verso il basso, proprio com'è successo sul time frame a 30 minuti.

A questo punto attendo che il prezzo si stabilizzi sulla chisura del giorno prima per vedere il da farsi.

Il prezzo si stringe sempre di più in quel range tra una rottura e l'altra, formando una sorta di triangolo discendente, anche se odio questi termini, ma in questo modo puoi notarla più facilmente.

Verso la fine di tale pattern, il prezzo si stabilizza meglio sulla chiusura del giorno prima. Entro dopo il terzo rimbalzo. Si forma una doji perfetta che viene superata sul massimo, la cui barra recupera anche un mini-gap a ribasso. La linea rossa tratteggiata è la mia entrata, quella a puntini è lo stop profit.

L'entrata è ottima perché oltre ad esserci molti segnali di ribasso, il rischio è davvero poco. Entro alla rottura del minimo della barra successiva alla barra doji perfetta, con stop loss sopra il suo massimo.

Il mio primo target è a 15 pips circa, mentre l'ultimo è poco più su della chiusura del giorno precedente ancora (7 giugno), livello che non era stato violato a ribasso e che inoltre coincide con le altre chiusure della settimana. I target sono stati raggiunti entrambi e il prezzo si è fermato momentaneamente proprio su quell'ultimo target.

La piattaforma che vedi nei grafici è sempre la cTrader con Pepperstone.


Questo è il mio modo di fare trading online, spero possa essere uno spunto per costruire il tuo trading al meglio. Ti ricordo inoltre di stare attento o, meglio ancora, fuori dal mercato già dal 22 fino al 24 giugno per il referendum in Gran Bretagna su Brexit.

A presto.

P.S. XM.com ha organizzato un contest gratuito mensile sul Forex con premi fino a 1 milione di euro, iscriviti per fare pratica aggiuntiva senza spendere nulla e con l'unico rischio di guadagnare qualcosa gratis.

lunedì 30 maggio 2016

VPS nel mercato Forex Trading

Pamela     lunedì, maggio 30, 2016     Nessun Commento
Il mercato del Forex è soggetto a rischi che, recentemente si sono decuplicati. Ciò può avvenire per diverse ragioni, guasti tecnici, errori di sistema o di operatore, problemi di linea, e così dicendo. Ma la questione è che questi inconveniente causano danni all’interno del vostro mercato Forex e, di conseguenza, gravi perdite di denaro. I Traders, allora, per arginare questo problema si stanno cominciando ad affidare sempre più spesso al server VPS, Virtual Private Server, che garantisce minimi margini di errori ed estrema affidabilità.

Cosa è una VPS Forex?

vps forex trading


Il significato di VPS è già presente all’interno dell’acronimo stesso, Virtual Private Server. Si tratta, appunto, di un server virtuale privato che si trova fisicamente sullo stesso computer insieme ad altri, questa è la ragione perché si definisce virtuale. Tuttavia, nonostante i server VPS si trovino tutti situati su una stessa macchina, è possibile operare indipendentemente l'uno dall'altro. Una volta acquistato il proprio VPS, sarà possibile installare su di esso qualunque  tipo di programma che vi servirà per condurre in maniera ottimale il vostro business. Il server vi garantisce una certa quantità di spazio, RAM e potenza di calcolo CPU, inoltre, gode di una propria alimentazione dedicata che offre flessibilità, stabilità e convenienza.

Come usare il sistema VPS?


Al fine di connettervi a un VPS in remoto, sarà necessario utilizzare un software chiamato "Remote Desktop Connection", che viene fornito in bundle se si possiede qualunque versione del sistema operativo Windows. Ad esempio, in Windows XP si trova seguendo i comandi: Tutti i programmi -> Accessori -> Comunicazioni; invece, in Windows Vista si trova sotto: Tutti i programmi -> Accessori. Una volta giunti all’ultimo passaggio, vedrete una finestra, all’interno della quale dovrete inserire l'IP o il nome host del VPS nel computer depositato e poi cliccare su Connect. Dopo qualche secondo, si aprirà una nuova finestra, dove vi verrà chiesto di immettere il nome utente e la password, che vi saranno stati forniti dal provider di VPS Forex. Una volta inseriti i dati con successo, riuscirete a visualizzare il desktop di Windows VPS. In questo modo non dovete far altro che installare i software necessari per condurre il vostro business, come ad esempio con MetaTrader 4 o 5, allo stesso modo in cui lo avreste fatto sul vostro PC domestico. Infatti, con questo Server potrete facilmente accedere ad Internet, scaricare il programma ed installarlo normalmente. Quando vorrete chiudere il software per fare trading che avete in esecuzione sul VPS, dovete fare attenzione poiché l’arresto potrebbe causare danni al programma. Vi sarà sufficiente fare clic sul pulsane chiudi del desktop VPS e poi fare clic su OK nella finestra di conferma successiva. In questo modo, quando vi ricollegherete al vostro VPS, vedrete che i programmi saranno ancora in esecuzione e il vostro business continuerà a procurarvi guadagni.

Perché conviene usarlo nel Forex Trading?


Una volta chiarito che cos’è il VPS, vi starete sicuramente domandando, in che modo questo Server abbia a che fare col mercato Forex e perché dovrebbe essere d’aiuto ai Traders per garantire il loro business. Cercheremo di chiarire anche questo punto. Capire le ragioni per cui è più opportuno attuare le negoziazione attraverso il server VPS, piuttosto che col proprio computer è abbastanza semplice. 

Godere di maggiore autonomia

Per prima cosa, se si dispone solo di un PC desktop, e non di un computer portatile, il vostro business vi vedrà vincolati nel luogo in cui questo si trova. Che sia la vostra abitazione o il vostro ufficio, sarete vincolati negli spostamenti. Inoltre, se non ve la sentite di acquistare un computer portatile o di servirvi di un dispositivo mobile, magari poiché il vostro broker non lo supporterebbe o semplicemente perché non vi trovate a vostro agio con l’interfaccia mobile, allora sarete costretti a dover passare molte ore della vostra giornata inchiodati sulla scrivania per portare avanti il vostro commercio online. Se, invece, utilizzerete un server VPS, avrete la possibilità di connettervi alla piattaforma da qualsiasi luogo vi troverete, l’importante è che disponiate di una connessione di rete da cui è possibile effettuare l’accesso al server stesso. Questo vi garantirà maggiore libertà ed autonomia, in quanto potrete controllare il vostro business in qualunque momento e in qualunque circostanza, durante il soggiorno in un albergo per una vacanza o durante una pausa presso un Internet cafè. Ma c’è di più. Utilizzando il server VPS, se il vostro business si basa sul trading di automazione, potrete continuare ad operare anche quando non sarete più connessi. Infatti, se il vostro sistema automatizzato funziona correttamente e non necessita obbligatoriamente della vostra presenza fisica durante la fase di monitoraggio, sarà possibile continuare a produrre introiti anche offline. Dunque, la possibilità di controllare e gestire il vostro business in qualsiasi momento, senza dover rinunciare a vacanze o attività nel tempo libero, e la capacità di poter eseguire le operazioni anche quando si ha il PC spento, vi permetteranno di svolgere l’attività in maniera più autonoma e di gestire con più flessibilità i vostri tempi lavorativi. Ma, oltre a ciò, ci sono anche altri vantaggi.

Ridurre lo slittamento

Utilizzare il server VPS influenzerà positivamente, sia che facciate trading manuale che trading automatizzato, sulla riduzione dello slittamento. Il VPS, infatti, eseguirà le attività all’interno del vostro mercato Forex più velocemente rispetto a quanto possa fare il vostro PC domestico, in quanto è indubbiamente più veloce nel ricevere i comandi, abbassando, in questo modo, i potenziali rischi di ritardo o di slittamento del sistema. Infatti, se dovesse capitarvi uno slittamento, ciò a cui andreste incontro sarebbe una grave perdita di denaro. Col VPS eliminerete sicuramente le perdite causate da errori di sistemi e ridurrete le imprevedibilità.

Avere un massimo livello di sicurezza del sistema VPS

I maggiori sistemi VPS che vengono offerti dalle migliori aziende, come per esempio il servizio offerto dal sito Internet HostingStak, sono sottoposti a controlli costanti e godono di massima sicurezza. Il servizio viene ispezionato quotidianamente al fine di essere sicuri che funzioni al meglio e, solitamente, la maggior parte delle società garantisce Uptime del 99,9 per cento. Oltre a ciò, vengono altri strumenti per garantire che il sistema sia costantemente al sicuro e non soggetto ad alcun rischio.

Questa è solo una doverosa premessa sui VPS. Nei prossimi articoli farò vedere in che modo li utilizzo nel mio trading reale con cAlgo di cTrader, la cTrader stessa e l'affidabilità del server HostingStak.

venerdì 29 aprile 2016

Grafico a Tick vs Grafico a Tempo: mi si è aperto un mondo!

Pamela     venerdì, aprile 29, 2016     Nessun Commento
Nel trading online, come per qualsiasi altra attività, l'esperienza aiuta a migliorare la propria padronanza coi mercati finanziari ogni minuto di più. Il confronto poi, aumenta la curiosità di conoscenza e ciò fa in modo che ci si adopera per imparare sempre qualcosa di nuovo.

Io sono molto curiosa e mi dò da fare costantemente per "acquietare" questa mia sete di conoscenza, che in effetti non si placa mai.

Se non mi vedi per un po' infatti possono accadere 3 cose:
  • sono in vacanza;
  • sono morta;
  • sono immersa nello studio di qualcosa di nuovo e interessante.
Io spero sempre per la prima e per la terza opzione! :-)

Nel trading online ho acquisito una buona conoscenza soprattutto del mercato delle valute, o meglio, le principali coppie. Un grafico è sempre un grafico per tutti gli strumenti finanziari, i pattern sono sempre gli stessi, solo che se passi anni ed anni ad osservare un determinato strumento, comincerai a riconoscere anche dei movimenti impercettibili che fanno la differenza per il tuo guadagno di trading. Quei movimenti che probabilmente nessuno ti spiegherà mai, perché è quasi impossibile farlo.

Nell'ultimo periodo ho effettuato degli studi pratici sul sentiment di mercato tedesco e americano, associati entrambi al cambio euro dollaro per una correlazione inversa. Osservando questa correlazione, mi sono piano piano avvicinata al DAX, uno degli indici più impertinenti e pericolosi.

Le chiacchiere con qualcuno di voi che fa trading per professione (e che ringrazio), mi ha fatto vedere anche altre cose su questo tipo di analisi del sentiment. Io ero totalmente concentrata sull'euro dollaro e mi è sfuggito qualcosa di importante sulla diversità dell'analisi del sentiment sul DAX. Il confronto aiuta sempre a vedere qualcosa di nuovo. E questo blog mi sta aiutando a crescere, perché è un ponte importante per la condivisione con altri trader.

Da quel momento, per via proprio della mia curiosità, mi sono concentrata sempre più sul DAX. Ho notato tante cose di questo strumento finanziario che io ho sempre temuto. Ad oggi però ho preso a tradarlo prima sui cfd e da poco anche sui futures in scalping. Negli orari peggiori prediligo i cfd, perché il rischio è più basso (rischio inteso come valore di ogni tick), visto che è ancora uno strumento che non conosco al meglio.

Studiando i suoi movimenti, con la CTrader sono andata a confrontare i grafici da 1 a 5 minuti con i grafici a tick.

Cos'è un grafico a tick?


Con un grafico a tick ogni candela ha un valore specifico in termini di tick e non di tempo. Ogni movimento consecutivo di un numero prestabilito di tick, si apre un'altra candela.

Ho scoperto che il grafico a tick sul DAX è più chiaro se vuoi fare scalping veloce rispetto ad un grafico a tempo.

Ti faccio un esempio visivo con i trade che ho fatto oggi pomeriggio sul CFD Ger30.

grafico a tick
Grafico a Tick sul DAX CFD - Piattaforma CTrader

grafico a tempo
Grafico a tempo sul DAX CFD - Piattaforma CTrader

Oggi non ti spiego perché sono entrata in quei frangenti, lo farò prossimamente, ma voglio semplicemente farti vedere la differenza tra un grafico a 34 tick ed uno a 1 minuto sul cfd del DAX. Quale secondo te è più chiaro e più tradabile?

Le frecce verdi verso il basso indicano le mie entrate short che sono 3, mentre quella a rialzo è la mia entrata long finita in stop profit. Le entrate sono avvenute con 3 contratti cfd: 2 chiusi ad un primo target e l'ultimo lasciato correre.

Nelle prossime settimane ti dirò anche come faccio trading sul DAX nel senso tecnico, ma ora voglio porre alla tua attenzione la tipologia di grafico a tick. Prova a dare uno sguardo e confrontalo con il grafico a tempo che usi sempre per il tuo trading online, potresti avere delle sorprese. Ovviamente, testa tutto in demo!

Io trado sui cfd con la CTrader e Pepperstone, su cui puoi aprire tranquillamente tutti i conti demo che vuoi semplicemente aprendo un account Pepperstone real senza alcun obbligo di deposito, ma puoi trovare il grafico a tick anche su altre piattaforme più sofisticate e a pagamento come Prorealtime.

A presto con alcune novità sulle strategie di scalping.

Attenzione

I contenuti di questo blog non sono un incentivo a fare trading speculativo, ma offrono solo delle direttive per trovare la propria strada in questo business, senza alcuna presunzione di insegnare qualcosa.
Con il trading online il tuo capitale è a rischio, che tu sia trader esperto o principiante e qualsiasi siano gli strumenti finanziari su cui operi. Fai dunque molta pratica con una piattaforma demo.

Broker

markets.com
 
- deposito minimo 100 €/$
- piattaforme MT4, Sirix Webtrader e mobile
- CFD e Forex a spread variabili
- fondi segregati in banche britanniche e tedesche
- quotata alla Borsa di Londra
- social trading

_____________________
- 3 piattaforme ITA (MT4, Ava e mobile)
- conti segregati
- regolamentato da MiFID e Consob
- filiale in Italia e conto UNICREDIT
- pagamenti anche PayPal
- deposito minimo 100 euro
- spread fissi

_____________________


xm.com

- sicurezza dei fondi
- deposito minimo 5 $
- leva finanziaria da 1:1 a 1:888
- Piattaforma Metatrader 4 e mobile
- Forex, CFD, Materie prime e Indici
- spread variabili da 1 PIP
- bonus no deposito

_____________________

I più letti

Users

Segui gli aggiornamenti

NO SPAM! Cancellazione immediata con un link
© 2015 Trading Forex On line. Designed by Bloggertheme9 Powered by Blogger.