martedì 7 agosto 2012

Le entrate nel trading: 3 parametri per determinarle

Pamela     martedì, agosto 07, 2012     Nessun Commento

Il cruccio di ogni trader è quello di calcolare al meglio le entrate nel trading online. È infatti molto importante riuscire a determinare il momento giusto di entrata in un trade, così da evitare perdite eccessive e favorire il guadagno.



Per calcolare una buona entrata nel trading bisogna considerare 3 parametri correlati:

#1 Rischio

Il fattore di rischio nel trading online è sempre molto alto, qualsiasi sia la tecnica utilizzata e il capitale investito. Non esistono tecniche infallibili e nessun trader può garantire alla sua operazione – al momento dell'apertura – un sicuro guadagno. Un trader che si definisca tale, deve tener conto delle perdite che quest'attività può comportare, se non è gestita nel modo giusto. Per riuscire a guadagnare costantemente con il forex, bisogna assolutamente contenere il rischio. Affinché ciò avvenga, diventa necessario gestire al meglio lo stop loss. Prima di aprire una posizione bisogna quindi calcolare mentalmente lo stop loss e nel caso in cui risulti in percentuale troppo alto rispetto al capitale investito o comunque alla propria propensione al rischio, è meglio non effettuare quell'operazione, anche se – secondo le tecniche dei top trader – potrebbe essere vincente. Per far sì che i propri trade risultino quanto più profittevoli possibile, è necessario anche saper rinunciare ad un profitto, se il rischio di perdita è troppo elevato.

#2 Profitto

Oltre a determinare in anticipo lo stop loss di un trade, bisogna quantificarne anche il profitto. Questo perché a fronte di un rischio (calcolato), ci deve essere un buon profitto. L'obiettivo da raggiungere quindi deve risultare conveniente per la propria operazione. Facendo un esempio pratico, se hai quantificato il rischio in 10 pip, non entrerai in operazioni che hanno un target minore di 10 pip. Bisogna sapersi accontentare di pochi pip ad operazione, soprattutto se sei un trader intraday, ma è sempre meglio entrare in trade che hanno un target più elevato a fronte di un guadagno più modesto: ad esempio un obiettivo di 50 pip, può favorire un profitto di 10/15 pip, ma un obiettivo di soli 10 pip difficilmente può favorire un profitto di 10 pip e quindi il rischio risulta maggiore rispetto ad un eventuale profitto, anche se è quantificato nella stessa misura di 10 pip. Le entrate con un margine limitato di profitto, in rapporto al rischio, sono quindi da evitare.

#3 Probabilità

La probabilità di riuscita di un'operazione è un fattore molto importante da considerare prima di un'entrata, perché una giusta analisi riduce le perdite ed aumenta i profitti. Il calcolo della probabilità di riuscita di un trade è determinabile studiando le tecniche dei migliori trader e applicandole al proprio modo di fare trading online. In base all'utilizzo di più tecniche per una stessa operazione, si può facilmente capire qual è la probabilità di riuscita di un trade. Analizzando un trade con diverse tecniche, più risultati positivi ne aumentano le probabilità di guadagno a fronte di un minor rischio, favorendone l'entrata e viceversa.

Una buona entrata tuttavia non garantisce un guadagno sicuro: bisogna gestire il proprio trading durante tutta l'operazione fino all'uscita. Parlerò di questo in seguito.

Se hai altri consigli per gestire al meglio le entrate nel trading, scrivi pure un commento.

Tecniche di entrata, gestione ed uscita del trade le trovi anche nei libri di Joe Ross e Paolo Serafini.


Segui gli aggiornamenti del blog di Trading:

Inserisci l'E-MAIL




NO SPAM! Riceverai gli articoli del blog e puoi cancellare l'iscrizione con un semplice click quando vuoi.

0 commenti :

Attenzione

I contenuti di questo blog non sono un incentivo a fare trading speculativo, ma offrono solo delle direttive per trovare la propria strada in questo business, senza alcuna presunzione di insegnare qualcosa.
Con il trading online il tuo capitale è a rischio, che tu sia trader esperto o principiante e qualsiasi siano gli strumenti finanziari su cui operi. Fai dunque molta pratica con una piattaforma demo.

Broker

markets.com
 
- deposito minimo 100 €/$
- piattaforme MT4, Sirix Webtrader e mobile
- CFD e Forex a spread variabili
- fondi segregati in banche britanniche e tedesche
- quotata alla Borsa di Londra
- social trading

_____________________
- 3 piattaforme ITA (MT4, Ava e mobile)
- conti segregati
- regolamentato da MiFID e Consob
- filiale in Italia e conto UNICREDIT
- pagamenti anche PayPal
- deposito minimo 100 euro
- spread fissi

_____________________


xm.com

- sicurezza dei fondi
- deposito minimo 5 $
- leva finanziaria da 1:1 a 1:888
- Piattaforma Metatrader 4 e mobile
- Forex, CFD, Materie prime e Indici
- spread variabili da 1 PIP
- bonus no deposito

_____________________

I più letti

Users

Segui gli aggiornamenti

NO SPAM! Cancellazione immediata con un link
© 2015 Trading Forex On line. Designed by Bloggertheme9 Powered by Blogger.