martedì 13 novembre 2012

Stop Loss mentale o fisico? Significato ed utilità

Pamela     martedì, novembre 13, 2012     Nessun Commento

Cos'è lo stop loss nel trading? Lo stop loss è il punto in cui decidiamo di chiudere una determinata operazione. Esso serve per salvare il conto da un'eccessiva perdita ed è dunque l'arma di difesa più importante per ogni trader.



Lo stop loss può essere impostato all'apertura del trade, ma è sempre modificabile, così che - al raggiungimento di un dato traguardo - puoi decidere di usarlo per proteggere una parte del profitto, per non perdere più niente in operazioni ancora in corso.


Dai trader in erba lo stop loss è visto in maniera negativa, ma nella breve definizione precedente, si può in qualche modo capire che invece è tutt'altro che negativo. Lo stop loss ti può salvare il conto e il profitto, se sai come utilizzarlo. Ed è proprio per questo che ha la stessa importanza (se non maggiore) delle tecniche di trading di entrata. Ed è proprio per questo che dedicherò allo stop loss molto spazio in diversi articoli.

In questo articolo voglio spiegarti la differenza tra lo stop loss fisico e quello mentale ed in che modo li utilizzo per il mio trading.

Stop loss fisico

Lo stop loss fisico è quello che imposti fisicamente nella piattaforma di trading. Esso scatta in automatico appena il prezzo arriva a quel livello tracciato ed è utile quando l'andamento del mercato è veloce e quando non puoi stare sempre davanti allo schermo. 
Esiste però un inconveniente non da poco: il tuo broker vede dove hai piazzato lo stop loss fisico e potrebbe decidere - in un momento in cui i prezzi sono molto veloci - di arrivare a toccarlo. 
Un altro lato negativo nell'impostare uno stop loss fisico in modo errato riguarda i movimenti delle mani forti. Coloro che detengono grossi capitali conoscono benissimo dove sono posizionati gli stop loss e gli ordini di entrata, quindi possono in poco tempo raggiungere i loro obiettivi di guadagno, a discapito dei piccoli trader. Non mi dilungo su questo argomento, perché ho già scritto in precedenza dei movimenti per la caccia agli stop, in ogni caso non bisogna mai dare nulla per scontato nel trading.

Stop loss mentale

Lo stop loss mentale serve ad evitare i problemi descritti in precedenza. Imposti lo stop loss nella tua testa, lo scrivi su un pezzo di carta e inserisci un allarme nella piattaforma qualche PIP prima del tuo stop loss, così che sia tu a decidere come comportarti in quel dato momento e non il broker. Ciò comporta di dover stare sempre vicini al computer, ma d'altronde se devi fare trading o resti davanti allo schermo pianificando la tua strategia oppure è meglio affidarsi al copy trader.
L'inconveniente dello stop loss mentale è che potresti perdere più di quanto sei disposto a perdere, perché potrebbe andar via la connessione, bloccarsi la piattaforma o altro e tu non riesci a chiudere l'operazione. Potresti prosciugare anche l'intero conto in questo modo!

Quale stop loss utilizzare

Ma allora quale stop loss bisogna utilizzare visto che è molto importante impostarlo, ma entrambi hanno degli inconvenienti?

Non lo so quale bisogna utilizzare, ognuno ha una propria strategia per lo stop loss, io ti posso dire quello che faccio io grazie ai consigli di Joe Ross.

La soluzione potrebbe essere quella di impostare uno stop loss fisico catastrofico al momento dell'apertura dell'operazione, ossia quanto sei disposto a perdere per quel trade nel peggiore dei casi. E nello stesso tempo impostare un allarme sulla piattaforma per uno stop loss mentale molto più stretto.
In questo modo eviterai di essere stoppato dal broker, anche se la tua operazione era buona ed allo stesso tempo, nel caso in cui vada via la connessione, eviterai di prociugare il conto grazie allo stop loss catastrofico.

Tu come usi lo stop loss? Se ne hai voglia descrivi la tua esperienza.

Se questo articolo ti è stato utile, iscriviti alla newsletter (riquadro in alto nella colonna a sinistra) per ricevere nella tua casella di posta elettronica tutti gli aggiornamenti di questo blog.

E scopri anche come avere un bonus trading gratis senza deposito.


Segui gli aggiornamenti del blog di Trading:

Inserisci l'E-MAIL




NO SPAM! Riceverai gli articoli del blog e puoi cancellare l'iscrizione con un semplice click quando vuoi.

0 commenti :

Attenzione

I contenuti di questo blog non sono un incentivo a fare trading speculativo, ma offrono solo delle direttive per trovare la propria strada in questo business, senza alcuna presunzione di insegnare qualcosa.
Con il trading online il tuo capitale è a rischio, che tu sia trader esperto o principiante e qualsiasi siano gli strumenti finanziari su cui operi. Fai dunque molta pratica con una piattaforma demo.

Broker

markets.com
 
- deposito minimo 100 €/$
- piattaforme MT4, Sirix Webtrader e mobile
- CFD e Forex a spread variabili
- fondi segregati in banche britanniche e tedesche
- quotata alla Borsa di Londra
- social trading

_____________________
- 3 piattaforme ITA (MT4, Ava e mobile)
- conti segregati
- regolamentato da MiFID e Consob
- filiale in Italia e conto UNICREDIT
- pagamenti anche PayPal
- deposito minimo 100 euro
- spread fissi

_____________________


xm.com

- sicurezza dei fondi
- deposito minimo 5 $
- leva finanziaria da 1:1 a 1:888
- Piattaforma Metatrader 4 e mobile
- Forex, CFD, Materie prime e Indici
- spread variabili da 1 PIP
- bonus no deposito

_____________________

I più letti

Users

Segui gli aggiornamenti

NO SPAM! Cancellazione immediata con un link
© 2015 Trading Forex On line. Designed by Bloggertheme9 Powered by Blogger.