martedì 16 aprile 2013

Trading in opzioni binarie: strategie vincenti a medio termine

Pamela     martedì, aprile 16, 2013     2 commenti

Cosa c'è che non ti torna?

La scorsa settimana per me è trascorsa con molti impegni, a discapito dell’aggiornamento quotidiano del blog, ma sto per rimediare al misfatto. E tu? Spero abbia passato questi giorni nel migliore dei modi.

Sai che, negli ultimi anni della mia vita, ho capito cosa c’è che non torna più indietro? Il tempo! Trascorrono i giorni mentre sei indaffarato in 100 cose diverse per far quadrare i conti familiari e non dedichi del tempo a te stesso e alle persone che ami. La lettura di Padre Ricco Padre Povero mi ha aperto gli occhi e voglio condividere queste nozioni con te. È stato davvero un buon investimento - pochi spiccioli per un enorme guadagno personale sotto ogni punto di vista - e può esserlo anche per te se vuoi.

Tuttavia, c’è anche qualcos’altro che non ti torna e di ciò probabilmente sei più consapevole: sto parlando delle perdite nel trading on line.

Fai sacrifici per mettere da parte qualche soldo e impegnarlo per il trading on line e poi ti ritrovi con il conto prosciugato. Probabilmente a causa di mancanza di disciplina o di tecnica, in ogni caso ti assicuro che il periodo di demo è necessario per diventare un trader di successo.

Plus500

Cosa c’è che non ti torna?


Ah sì, il tempo... di nuovo il tempo.

Pensi che fare tanta pratica in demo sia una vera e propria perdita di tempo. Ho provato sulla mia pelle e ti assicuro che non fare pratica è una perdita di denaro ed ovviamente di tempo, perché con il trading indisciplinato non imparerai mai nulla di buono, pur perdendo del tempo davanti al monitor di un pc. Se investire del tempo per migliorare le tue conoscenze è una perdita, allora il trading non fa per te!

Ma torniamo alle perdite nel trading on line.

E se esistesse un broker che ti rimborsa una percentuale per ogni perdita? E se la percentuale potessi sceglierla tu?

Interessante. Davvero interessante. Me lo dici il nome di questo broker?

Prima vorrei dirti una cosa ancor più interessante. In questo periodo ho testato una nuova tecnica di trading per opzioni binarie legata proprio al rimborso sulle perdite, con risultati davvero soddisfacenti.

In pratica, con questa strategia, il rischio di perdita si riduce notevolmente. La tecnica è detta “the cage” o “la gabbia” ed è applicabile su opzioni digitali di medio termine, tenendo conto ovviamente delle altre strategie di trading vincenti.

Ora ti faccio vedere un piccolo esempio pratico sul cambio euro dollaro di venerdì 12 aprile per opzioni digitali builder, ossia con scadenza costruita da me.
Nell’immagine del grafico a 4 ore puoi vedere una fantastica barra doji inside a 4 ore. Sai cosa significa? Che su segnali così ampi, il profitto è quasi sicuro! Tuttavia è venerdì ed io odio fare trading on line sul forex il venerdì pomeriggio, perché è il giorno di chiusura settimanale del mercato delle valute e i volumi possono facilmente crollare, aumentando la percentuale di rischio, a fronte di un guadagno quasi nullo.

Non voglio però perdere quell’occasione e so che le opzioni binarie mi possono essere di grande utilità in tali circostanze. Ecco perché è importante non focalizzarsi su un solo tipo di trading, così puoi scegliere sempre ciò che conviene di più nel momento in cui hai più tempo per fare trading.
-->

Apro dunque la piattaforma per opzioni binarie che sto testando in questo periodo, con l'intento di effettuare un trade in modalità Alto/Basso. Sai bene che nel trading su opzioni binarie anche un punto soltanto può essere un buon guadagno, quindi in questo caso la percentuale di rischio per l’operazione è più contenuta, soprattutto dopo una barra doji inside su un grafico a 4 ore!

Acquisto subito un’opzione call, presupponendo un rialzo del cambio euro dollaro nelle prossime ore. Con l’opzione builder, costruisco un’opzione digitale a scadenza 3 ore, rendimento del 73% e rimborso del 10% in caso di perdita.

Il prezzo della coppia di valute EUR USD sale come previsto. Seguo l’operazione su time frame più bassi e sul grafico a 15 minuti effettuo un’entrata controtrend appena vedo il segnale giusto, in modo da proteggere la mia posizione ed eventualmente raddoppiarne il profitto.
Acquisto un’opzione put (ossia a ribasso) dopo la formazione di una barra doji e gimmee d’inversione, scegliendo una scadenza più breve, ossia fino alla scadenza dell’opzione acquistata precedentemente, un termine di 1 ora, con la stessa percentuale di rendimento e rimborso.

Cosa potrebbe accadere?


Caso A

In termini di guadagno, investendo 100 dollari con un’opzione che scade in the money (guadagno +73 $) ed un’altra out the money (rimborso +10 $) il risultato sarebbe di 100 - (73 + 10) = perdita di 17 dollari.

Caso B

Entrambe le opzioni scadono in the money che, con un investimento di 100 dollari, il profitto si traduce in 73 + 73 = 146 $.

Caso C

Entrambe le opzioni in perdita... Scherzo! Questa possibilità non è prevista se fai trading con questa tecnica. Ti spiego il motivo: se il prezzo scendesse oltre il minimo dell’entrata a rialzo dell’opzione call, la seconda opzione (a ribasso) finirebbe comunque in the money e quindi con un profitto. Viceversa, se il prezzo salisse oltre il massimo del prezzo dell’acquisto dell’opzione put, l’opzione call scadrebbe sempre in the money.

Almeno un’opzione deve scadere in the money, ossia in profitto!

Utilizzando nel migliore dei modi questa strategia per opzioni binarie, il rischio quindi è abbastanza contenuto (nel caso suddetto è del 17%) a fronte di un guadagno davvero allettante (del 146%).

Cosa c’è che non ti torna?


Solo il tempo! I soldi possono tornarti in tasca se sai come fare.

Ora ti saluto, ma ti spiegherò in modo ancor più preciso questa strategia in un prossimo articolo, quindi se può interessarti, continua a seguire gli aggiornamenti, iscriviti alla newsletter se non l’hai già fatto.

Buon trading e ricorda di fare esperienza con un conto demo per opzioni binarie prima di applicare qualsiasi strategia con i tuoi soldi.


P.S. Cosa c’è che non ti torna? Ah sì, vuoi conoscere il nome del broker che ti offre il rimborso dal 5 al 50% sulle perdite? Puoi raggiungerlo da questo link. E ricorda di chiedere al supporto, che ti contatta dopo l’iscrizione, il bonus del 100% sul tuo deposito.


Segui gli aggiornamenti del blog di Trading:

Inserisci l'E-MAIL




NO SPAM! Riceverai gli articoli del blog e puoi cancellare l'iscrizione con un semplice click quando vuoi.

,
2
replies
  1. ciao, quindi durante le notizie, indipendentemente dai pattern e la loro contestualizzazione, indipendentemente dalla direzione del prezzo, l'area di profitto si amplifica in modo esorbitante? Esempio: enormemente rialzista durante le notizie, ribassista anke al limite del laterale dopo una buona mezz'ora dalle notizie = area profitto molto alta. Si compra una call in ipo rialzista appena inizia a skizzare il prezzo. La put quando inizia il ribasso effettivo anche senza segnali di entrata.
    Altra cosa, non c'entra con trading durante le notizie seguendo il tuo sistema (sono ancora sbalordito), per ammortizzare stop loss + ampi.... MA... che inevitabilmente permettono di usare pattern a tf + grandi, quindi + validi e di maggior guadagno, si potrebbe usare una opzione "controtrend", o addirittura una a favore di trend e una contro in tempi diversi, che copra il margine eccessivo dello stop loss. Fino a quando l'opzione non scade e il trade non è chiuso si fanno valutazioni di convenienza, dovrei impratichirmi della scadenza delle binarie, ma sarebbero da cercare di farle scadere quando il trade porta un guadagno al netto di commissioni maggiore dell'opzione.
    CASO 1 - Se segue il progetto ovvero il prezzo non tocca lo stop loss si perdono i soldi dell'opzione controtrend (100-10) = 90 euro. Su segnali a 4H guadagnare 100 pips e anche di + è statisticamente molto + alto e questo guadagno supera di gran lunga la perdita di 90 euro della option.
    CASO 2 - Il prezzo prende lo stop loss, mettiamo per semplificare di 73 euro, la option garantisce un guadagno di 73 euro , pareggio.
    CASO 3 - scade la option e DOPO il trade inverte il trend con un guadagno inferiore ai 90 euro, si chiude il trend quando tocca lo SL che nel frattempo era stato spostato e tenuto sempre intorno ai 40-50 pips dal prezzo, Questo fa capire che se c'è una modalità precisa e ponderabile di scadenza dell'opzione potrebbe essere valido, ma solo per guadagni almeno 3-4 volte superiori allo SL iniziale, se no seguire il grafico ore e ore non ha senso.

    La cosa si può modulare in 2 modi, prendere + contratti o guadagnare + pips. Il primo va a limitare i pips di SL, il secondo deve garantire ampi movimenti.
    Tutti quei trade a 1H, 2H, 4H, 6H che hanno potenzialità di garantire centinaia di pips grazie a una barra di misurazione o resistenze molto storiche potrebbero essere molto spesso tradabili con stop loss molto ampi grazie alla compensazione della option controtrend, magari riducendo i pips scegliendo entrate a TF inferiori, ma ricordandosi assolutamente di far correre il prezzo anche quando il guadagno è notevole per superare di diverse volte la perdita della opzione in scadenza, tenendo lo SL lontano dal prezzo anche di 50-100 pips ad esempio su eurusd, ke tende spesso a fare onde di 20-30 pips, in pratica il rischio di perdità è annullato alla partenza del trade ma spalmato nelle prime decine di pips del trade quando la option scade.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale,

      per quanto riguarda il trading sulle notizie, comprare un'opzione quando c'è la notizia non è molto conveniente, anche perché i prezzi sballano in quegli orari. L'unico metodo che ho testato diverse volte (anche ieri su EUR/USD) è quello delle opzioni a 15 minuti, dopo la notizia, ossia quando il prezzo torna sui suoi passi dopo l'onda anomala.

      Per quanto riguarda lo stop loss sul Forex, io non riesco ad operare con stop troppo ampi. C'è chi probabilmente usa il tuo stesso metodo, ma io lo uso solitamente solo con le opzioni binarie. Anche in questo caso ti rimando all'altro mio blog sulle opzioni binarie, in cui ho fatto alcuni esempi anche con video.

      Elimina

Attenzione

I contenuti di questo blog non sono un incentivo a fare trading speculativo, ma offrono solo delle direttive per trovare la propria strada in questo business, senza alcuna presunzione di insegnare qualcosa.
Con il trading online il tuo capitale è a rischio, che tu sia trader esperto o principiante e qualsiasi siano gli strumenti finanziari su cui operi. Fai dunque molta pratica con una piattaforma demo.

Broker

markets.com
 
- deposito minimo 100 €/$
- piattaforme MT4, Sirix Webtrader e mobile
- CFD e Forex a spread variabili
- fondi segregati in banche britanniche e tedesche
- quotata alla Borsa di Londra
- social trading

_____________________
- 3 piattaforme ITA (MT4, Ava e mobile)
- conti segregati
- regolamentato da MiFID e Consob
- filiale in Italia e conto UNICREDIT
- pagamenti anche PayPal
- deposito minimo 100 euro
- spread fissi

_____________________


xm.com

- sicurezza dei fondi
- deposito minimo 5 $
- leva finanziaria da 1:1 a 1:888
- Piattaforma Metatrader 4 e mobile
- Forex, CFD, Materie prime e Indici
- spread variabili da 1 PIP
- bonus no deposito

_____________________

I più letti

Users

Segui gli aggiornamenti

NO SPAM! Cancellazione immediata con un link
© 2015 Trading Forex On line. Designed by Bloggertheme9 Powered by Blogger.