giovedì 14 novembre 2013

Il Trading con le Bande di Bollinger: 8 motivi per cui i trader le usano da 20 anni

Pamela     giovedì, novembre 14, 2013     Nessun Commento

Le Bande di Bollinger sono l'indicatore tecnico più utilizzato dai trader da 20 anni, ossia da quando sono state costruite da John Bollinger sulla base di altri indicatori simili, ma troppo simmetrici nei loro movimenti per accompagnare il prezzo. L'asimmetricità delle Bande di Bollinger invece è il punto di forza di questo indicatore tecnico in grado di misurare la volatilità dei mercati finanziari.

I mercati si evolvono ed anche le tecniche di trading, affinché risultino efficienti, ma le Bande di Bollinger sono un importante punto di riferimento per i trader esperti e neofiti. Attenzione, non sto dicendo che con il solo ausilio di questo indicatore tecnico tu possa prevedere i movimenti del prezzo, ma solo che possono essere di estremo aiuto per capire l'andamento del mercato in senso puramente grafico attraverso l'analisi tecnica di più elementi visivi.

Il settaggio standard delle Bande di Bollinger, che è quello che utilizzo anche io è questo:

20 periodi sulle chiusure (close) e 2 deviazione standard.

Tuttavia sono tanti anche i trader che utilizzano le bande di bollinger con diversi settaggi e solitamente aumentando i periodi si aumenta anche la deviazione e viceversa. Facendo un esempio pratico con delle bande a 10 periodi la deviazione scenderebbe a 1,5, mentre con delle bande di bollinger settate a 40 periodi, la deviazione salirebbe a 2,5 oppure 3. È dunque un'impostazione che va sempre a discrezione del trader e del suo modo di operare e analizzare il grafico. Io continuo a preferire le Bande di Bollinger con settaggio standard 20/2.

Ma ora andiamo all'applicazione pratica con le Bande di Bollinger.

Qual è il segreto della lunga vita delle Bande di Bollinger?


Ecco gli 8 elementi fondamentali che caratterizzano l'importanza delle Bande di Bollinger su un grafico.


1# Contengono la maggior parte dei prezzi

Le Bande di Bollinger, come già sai, contengono la maggior parte dei prezzi, circa il 95%. Ciò ti può far capire a colpo d'occhio quando vi è una situazione straordinaria, ossia che ricade in quel 5% in cui il prezzo si trova al di fuori delle bande.
C'è chi acquista quando il prezzo esce fuori dalla banda inferiore e vende quando il prezzo è fuori la banda superiore, ma non c'è niente di più sbagliato. Questo tipo di analisi semplicistica può davvero causarti molti danni. Tuttavia, quando il prezzo tocca o buca le bande, è un segnale importante che, aggiunto ad altri, può aiutare il tuo trading ad essere profittevole.

2# Controllo della volatilità

Le Bande di Bollinger sono un indicatore tecnico di volatilità. Ciò significa che indicano in modo abbastanza semplice ed immediato i momenti di espansione e contrazione del mercato.
In modo pratico, quando la volatilità diminuisce, le bande tenderanno ad avvicinarsi (contrazione). Al contrario, quando la volatilità aumenta, le bande si allontaneranno e - nel caso in cui stia nascendo un trend abbastanza forte - la banda inferioriore girerà verso il basso in un trend rialzista o la banda superiore virerà verso l'alto in un trend ribassista (espansione).
Inoltre, quando la volatilità è ridotta e le Bande di Bollinger sono vicine, c'è una forte probabilità che il prezzo ripartirà con un movimento importante (the Squeeze).

Plus500

3# Pattern più visibili

Fai un esperimento: prova ad affiancare due grafici di un sottostante identico e con lo stesso time frame. Aggiungi le Bande di Bollinger ad uno di essi e l'altro lascialo vuoto.
Prendi ora come esempi di pattern quelli più semplici, come un doppio minimo o massimo o una barra doji o ciò che riesci ad individuare meglio.
Sul grafico vuoto, una barra doji può spuntare ovunque e non sempre ha la stessa importanza. Sul grafico con le bande di Bollinger, una barra doji che buca una banda ha sicuramente un'importanza diversa da un'altra che resta dentro e si forma proprio sotto la media mobile. Questo è solo un esempio, ma per quanto riguarda il mio trading, le bande di Bollinger mi aiutano spesso nelle decisioni quando avviene la formazione di un pattern.

4# Migliore individuazione dei trend

Il trend si forma quando il prezzo ha una determinata direzione, verso il basso o verso l'alto. Con le bande di Bollinger esso è abbracciato da un canale - formato da una banda e dalla media mobile - che segue il movimento direzionale del prezzo. Ciò favorisce anche un migliore filtraggio dei trade.
In un trend rialzista, ad esempio, la maggior parte dei movimenti di prezzo è contenuta tra la media mobile e la banda di Bollinger superiore. Il prezzo quindi, nel momento in cui tocca o buca un po' la media mobile, rimbalza e si dirige nuovamente verso la banda superiore. Viceversa avviene in un trend ribassista. Quando il trend invece è abbastanza potente, può succedere anche che il prezzo cammina per un po' sulla banda, al di fuori di essa.
Con l'ausilio delle bande di Bollinger quindi puoi seguire il trend anche facendo daytrading, semplicemente entrando sul rimbalzo della media mobile, un po' come con la Camelback Technique, ma sempre seguendo altri segnali che non ti indichino un'inversione.

5# Possibilità di trading in congestione

Le Bande di Bollinger mostrano facilmente i movimenti laterali di prezzo. Se le bande sono piatte e non troppo strette, significa che quando il prezzo tocca o buca la banda di Bollinger superiore, esso poi riscende verso la banda inferiore e viceversa (rhythm trading). Tuttavia questi movimenti non sono infiniti e saranno proprio le bande ad aiutarti a capire quando sta terminando questa danza dei prezzi.

6# Movimenti delle mani forti più visibili

Grazie all'ausilio delle bande di Bollinger, la caccia agli stop delle mani forti è molto più visibile, perché solitamente avviene sempre al di fuori di esse.

7# Segnali di continuazione e d'inversione

Le bande di Bollinger ti mostrano con più facilità quando il prezzo potrebbe invertire la sua tendenza o continuarla (punti 3 e 4). Tuttavia sottolineo ancora che, se il prezzo buca la banda superiore, non è detto che si tratti di un segnale d'inversione. È sicuramente un segnale importante, ma è necessario filtrarlo con altri, perché può essere anche l'inizio di una camminata sulla banda per l'accentuarsi di un trend.

8# Migliore filtraggio dei trade

In ogni caso, le bande di Bollinger sono un ottimo mezzo per filtrare i trade, qualsiasi sia il pattern individuato. Un rimbalzo o un'uscita da una banda è sempre un buon segnale da cui far partire un'eventuale trade con un migliore calcolo del rapporto rischio/rendimento.
Le Bande di Bollinger infatti ti aiutano graficamente ad entrare nel trade quando il rischio è più ridotto, ossia la distanza dallo stop loss all'entrata.


Conclusione

Qual è l'indicatore tecnico più potente e funzionale? 

Sicuramente non si tratta delle Bande di Bollinger, tuttavia - per quanto mi riguarda - esse sono un ottimo punto di riferimento sul grafico, anche per il trading su opzioni binarie, ma sempre associate ad altri segnali.

Il mio consiglio è quello di testare e vederle in azione in demo o con bonus gratuiti, in modo da potersi avvicinare al trading un passo alla volta e senza rischio eccessivo per i propri soldi.


P.S. Ecco alcune tecniche per fare trading con le bande di Bollinger:


Segui gli aggiornamenti del blog di Trading:

Inserisci l'E-MAIL




NO SPAM! Riceverai gli articoli del blog e puoi cancellare l'iscrizione con un semplice click quando vuoi.

,

0 commenti :

Attenzione

I contenuti di questo blog non sono un incentivo a fare trading speculativo, ma offrono solo delle direttive per trovare la propria strada in questo business, senza alcuna presunzione di insegnare qualcosa.
Con il trading online il tuo capitale è a rischio, che tu sia trader esperto o principiante e qualsiasi siano gli strumenti finanziari su cui operi. Fai dunque molta pratica con una piattaforma demo.

Broker

markets.com
 
- deposito minimo 100 €/$
- piattaforme MT4, Sirix Webtrader e mobile
- CFD e Forex a spread variabili
- fondi segregati in banche britanniche e tedesche
- quotata alla Borsa di Londra
- social trading

_____________________
- 3 piattaforme ITA (MT4, Ava e mobile)
- conti segregati
- regolamentato da MiFID e Consob
- filiale in Italia e conto UNICREDIT
- pagamenti anche PayPal
- deposito minimo 100 euro
- spread fissi

_____________________


xm.com

- sicurezza dei fondi
- deposito minimo 5 $
- leva finanziaria da 1:1 a 1:888
- Piattaforma Metatrader 4 e mobile
- Forex, CFD, Materie prime e Indici
- spread variabili da 1 PIP
- bonus no deposito

_____________________

I più letti

Users

Segui gli aggiornamenti

NO SPAM! Cancellazione immediata con un link
© 2015 Trading Forex On line. Designed by Bloggertheme9 Powered by Blogger.