Blog di trading online sul forex con guide, strategie ed esempi.

Strategie di Trading Intraday sul Cambio Sterlina Dollaro [GBP/USD]

Le migliori strategie di trading intraday, ossia quelle più fruttuose, sono quelle più semplici, anche se erroneamente sono considerate scontate da molti trader neofiti. In questo articolo voglio farti vedere cosa intendo per strategie di trading facili, con un esempio pratico di un trade aperto questa mattina - 11 dicembre 2013 - sul cambio sterlina dollaro (GBP/USD).


Quale strategia di trading ho utilizzato?


Non c'è un'unica tecnica di trading che utilizzo, il mio è uno sguardo d'insieme. Più segnali positivi hai sul grafico, maggiore è la probabilità di buon esito del tuo trade.



Sul grafico giornaliero si è formata una barra doji inside, l'apertura di oggi coincide con un doppio massimo della settimana scorsa ed è dunque una buona resistenza. Lo scenario è ottimo per cercare una possibilità d'entrata a livelli intraday.

Sul grafico orario si forma un Ross Hook dopo un'ampia congestione. La barra di misurazione rialzista delle 3:00 del 10 dicembre contiene il prezzo di tutta la giornata di ieri e parte della mattinata di oggi.


Mentre ieri la congestione era abbastanza ampia e si potevano effettuare dei buoni trade di scalping (nell'immagine puoi vedere anche un piccolo trade di scalping di ieri), oggi è andata a restringersi.

Sai cosa significa quando la congestione si restringe?


Quando la congestione si assottiglia, il prezzo è pronto al breakout. La rottura verso il basso è avvenuta con la barra delle 9:00 che è anche un Uncino di Ross. Tuttavia non basta la rottura affinché si formi il Ross Hook: è necessaria infatti una barra successiva che generi un minimo più alto del minimo della barra che rappresenta l'uncino.

Anche su time frame a 30 minuti il Ross Hook è molto evidente: una barra ribassista che rompe la congestione e una successiva correzione che completa l'uncino.



L'uncino di Ross non è altro che la prima caccia agli stop del primo attraversamento che avviene dopo un trading range.

Sì, sto parlando proprio della tecnica di trading del secondo attraversamento di Joe Ross che ho descritto diverse volte in precedenza. C'è un movimento di prezzi laterale (trading range), una prima falsa rottura che è il Ross Hook (caccia agli stop), un ritracciamento verso l'alto e poi la rottura effettiva verso il basso che porta il prezzo ad un movimento più ampio.


Dove entrare?


Ho già scritto diverse volte che io preferisco anticipare le entrate il più possibile, così da diminuire il rischio, ossia la distanza dallo stop loss all'entrata e rendere dunque il rapporto rischio/rendimento molto conveniente.

Per anticipare l'entrata con secondo attraversamento solitamente attendo una rottura di una barra d'inversione con il metodo della Trader's Trick. Questa volta invece ho trovato un'altra ottima opportunità per anticipare ulteriormente l'entrata: la formazione di un doppio massimo. Entro quindi a ribasso all'apertura della barra delle 10:50 su time frame a 5 minuti, ossia quando dai movimenti di prezzo sulla barra precedente noto che il massimo non riesce ad essere violato.



Dove mettere lo stop loss?


Con un'entrata così anticipata, il rischio è ridotto al minimo, in quanto lo stop loss si trova proprio sopra il doppio massimo.

Dove mettere il take profit?


Al contrario dello stop loss, il take profit è davvero ampio: ossia poco prima del minimo della barra outside che precede la doji su time frame giornaliero.

Tuttavia, come sai bene, gestisco sempre l'operazione in modo da prendere un primo profitto il prima possibile con la maggior parte della posizione. Il mio primo obiettivo è il raggiungimento del minimo della barra che forma il Ross Hook. In questo modo, se anche questa seconda rottura risultasse falsa, avrei comunque raggiunto un guadagno. Il resto dell'operazione continua senza più rischio, in quanto sposto lo stop loss oltre il livello dell'entrata. Inoltre accorcio ancora le distanze quando il grafico mostra delle correzioni di prezzo.


Com'è terminato il trade sul cambio sterlina dollaro?


Il trade si è chiuso in stop profit quando il prezzo ha rotto il massimo di una barra gimmee d'inversione su time frame a 15 minuti, lì dove avevo spostato lo stop quando ho iniziato a vedere i volumi diminuire e dunque perdere la forte inclinazione della banda di Bollinger inferiore. Ho dunque utilizzato una tecnica d'entrata come strategia di uscita dal trade.



Non ho raggiunto quindi quello che era il mio secondo obiettivo, ma poco importa. Il trade è andato molto bene: ho preso un piccolo guadagno e ho lasciato correre i profitti con la restante parte di posizione.

Dopo la lunga assenza da questo blog, spero che questa ripartenza sia di tuo gradimento e soprattutto utile per il tuo trading. 

In realtà poi sono rientrata, ma questa è un'altra storia che ti racconterò domani:


Adesso cosa puoi fare per migliorare il tuo trading?


Nessun commento:

Posta un commento

Attenzione

I contenuti di questo blog non sono un incentivo a fare trading speculativo, ma offrono solo delle direttive per trovare la propria strada in questo business, senza alcuna presunzione di insegnare qualcosa.
Con il trading online il tuo capitale è a rischio, che tu sia trader esperto o principiante e qualsiasi siano gli strumenti finanziari su cui operi. Fai dunque molta pratica con una piattaforma demo.