martedì 21 gennaio 2014

1-2-3 High di Joe Ross: esempio pratico su Forex [GBP/USD]

Pamela     martedì, gennaio 21, 2014     6 commenti

Il pattern 1-2-3 high della legge dei grafici di Joe Ross è uno dei più utilizzati per fare trading dagli esperti. In questo articolo ti spiego come individuarlo e come entrare, oltre a mostrarti un esempio pratico sul Forex che mi ha inviato ieri il nostro amico Sergio, che ringrazio ancora.

"La lettura dei grafici è un patrimonio inestimabile per ogni trader."
Joe Ross - Daytrading

Come individuare la formazione grafica 1-2-3 high di Ross?




Il pattern 1-2-3 high si forma alla fine di un trend a rialzo ed è composto da 3 punti:

  1. il punto 1 è la barra del massimo;
  2. il punto 2 è un ritracciamento verso il basso con una barra di prezzo che forma un minimo più basso e un massimo più basso rispetto alla barra o barre precedenti;
  3. il punto 3 è un ritorno del prezzo verso l'alto, ma senza che si formi un nuovo massimo più alto del punto 1.

Ogni punto può essere identificato solo dopo una correzione completa:

  1. un possibile punto 1 si identifica solo quando una barra successiva forma un massimo più basso e un minimo più basso;
  2. il punto 2 si identifica solo quando una barra successiva forma un massimo più alto e un minimo più alto;
  3. il punto 3 si identifica solo quando una barra successiva forma un massimo più basso e un minimo più basso.
Ricorda che il trading non è geometria, quindi la formazione di tali punti può avvenire anche su più barre o su una stessa. Con la pratica riuscirai a visualizzare il pattern 1-2-3 high di Joe Ross con facilità.

Adesso andiamo alla parte che più interessa tutti: quando e come entrare con la formazione grafica 1-2-3 high di Joe Ross?

Si entra short, ossia in vendita in questi 2 modi:

  • alla rottura del minimo della barra che forma il punto 2;
  • alla rottura del minimo della correzione completa dopo il punto 3 (metodo della Trader's Trick).
Il secondo metodo è quello che prediligo, in quanto si evitano le false rotture del punto 2. A quel livello si prende un primo profitto con una parte di posizione, per poi lasciar correre gli altri guadagni eventuali.

Per approfondire l'argomento, ti consiglio di studiare bene il libro di Joe Ross Daytrading.

Il secondo metodo d'entrata è quello utilizzato da Sergio nella sua operazione di ieri sul cambio sterlina dollaro (GBP/USD). 

Ecco l'esempio pratico di Sergio:




Ti invio un'operazione che ho appena effettuato sulla coppia sterlina dollaro con il metodo di Joe Ross 123 e bande di Bollinger. 
Sul time frame a 30 min si è formato un 123 high, (l'ho evidenziato in figura con i numeri), ho visto che c'era la possibilita di entrare con la trader's trick e così ho fatto, al raggiungimento del minimo del punto 2 ho chiuso 3/4 dell'operazione e portato lo stop a "0". Ho tenuto un po' l'operazione ancora aperta monitorandola sul tf a 15min, ma il formarsi di una barra rialzista mi ha fatto chiudere l'operazione in anticipo, va bene comunque, totale dell'operazione circa 40€ al netto dello spread. 
Ti saluto, a presto.
SERGIO C.

Grazie a Sergio che permette di rendere di pubblica utilità i suoi trade e un saluto a chi segue gli aggiornamenti del blog di trading online sul forex.

"Se applichi ciò che hai imparato, il tuo tempo è impiegato bene."
Joe Ross - Daytrading

P.S. Prova questa tecnica di Joe Ross su un conto di pratica o con un bonus senza deposito prima di fare trading in reale con i tuoi soldi.


Segui gli aggiornamenti del blog di Trading:

Inserisci l'E-MAIL




NO SPAM! Riceverai gli articoli del blog e puoi cancellare l'iscrizione con un semplice click quando vuoi.

, , ,
6
replies
  1. Ciao ,capisco siano cose anche interessanti ,ma sono tutte copiate pari passo dai libri di Ross o di altri.......li abbiamo tutti quei libri :(.....secondariamente per mia esperienza passare in rassegna decine e decine di tecniche di entrata diversa non è la strada per portare ad un trading profittevole con continuità e anche mentalmente distorsivo....sopratutto per un principiante, a cambiare continuamente punto di osservazione o tecnica ,il risultato è che non se ne appropria di nessuna e non si arriva ad avere fiducia.......preciso che è una mia opinione e senza nessuna polemica, solo che sono da anni nel trading e per arrivare a capire sopratutto in intraday come si muove il mercato non si deve fare l'errore di cambiare continuamente tecnica e metodo e time frame....bisogna trvare pochissime cose e pokissimi time frame .Saluti M.

    RispondiElimina
  2. Ciao Mik,

    condivido assolutamente la tua opinione. Diverse volte ho spiegato a chi mi ha fatto domande in privato che io ho iniziato a guadagnare soltanto quando ho utilizzato e fatto mia un'unica tecnica (quella della barra gimmee d'inversione). E solo dopo sono andata avanti ad approfondirne altre anche nella pratica. Avere un'ampia gamma di tecniche su cui puntare, è un'ottima strategia per rafforzare i segnali di entrata, ma la semplicità paga sempre.

    L'articolo non è copiato, ho spiegato solo la tecnica così come io stessa l'ho studiata, capita e applicata. Non mi sono mai addentrata in tutti i particolari che mostra Ross, ma ti assicuro che i suoi libri fanno la differenza, almeno per quanto mi riguarda. Inoltre, capire come si forma un massimo o un minimo, è sicuramente un vantaggio per il proprio trading. Poi ovviamente è solo la pratica con ogni tecnica singolarmente e per un periodo di tempo medio/lungo a rendere i pattern più semplici da individuare e da personalizzare secondo il proprio modo di operare.

    Ti ringrazio per il tuo commento, hai detto davvero una cosa fondamentale che troppo spesso dimentichiamo di evidenziare.

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Ciao Pamela ,si pardon il termine copiato non è corretto intendevo preso partendo da Joe Ross, che anche io ritengo a tutt'oggi uno dei migliori per operatività tecnica avendo letto quasi tutti i suoi libri ; se posso aggiungerei una cosa che ritengo altresì molto valida sopratutto nell'operatività in intraday e che forse è una delle cose più difficle da riusciere a comprendere e decifrare: cioè la volatilità ,secondo me è la discriminte fondamentale per partire a fare un'operazione ,nel senso che deve esserci buona o alta ,un filtro determinate......Ross è fortissimo ,ma anche altri sistemi o tecniche vanno bene partendo da una volatilità buona; oppure logicamente se si verifcano la congestioni piatte orizzonatali ma altro discorso. .....Anche sulle tecniche logicamente un neofita deve veniren a conoscenza quindi è pure molto utile capire un pò come funzionano tutte chiaro e le spiegazioni che fai sono sempre molto precise e pratiche........ ma appunto intendevo sottolineare in particolare l'importanza per costritrsi un proprio metodo o seguire in tutto o in parte una tecnica conosciuta è di non saltare continuamente da una all'altra ma di scegleire e approfondire quelle che piu si confà alla notra idea di trading........ Buona Serata

    RispondiElimina
  4. Ciao Mik,

    sono assolutamente d'accordo. Se non si fanno proprie le strategie utilizzate, non si arriva mai a guadagnare. Quindi è meglio puntare su una tecnica alla volta per capirla appieno ed adattarla al se stessi. Ed inoltre, consiglio anche di studiare pochi sottostanti, perché non tutti si muovono allo stesso modo ed è necessario "specializzarsi" su pochi.

    Grazie ancora per le tue utili precisazioni.

    Buona giornata

    RispondiElimina
  5. salve volevo sapere su quale TF e sconsigliato come pattern L' 123 di joe Ross grazie

    RispondiElimina
  6. Ciao Gigo, dipende dal tuo modo di fare trading. Su time frame più ampi puoi approfittare di movimenti più ampi di prezzo. Tuttavia ti consiglio sempre di trovare segnali di entrata con filtri temporali più bassi, per avere la possibilità di posizionare a breve distanza uno stop tecnico, altrimenti ti tocca utilizzarne uno in denaro in base al tuo piano.
    Buon pomeriggio

    RispondiElimina

Attenzione

I contenuti di questo blog non sono un incentivo a fare trading speculativo, ma offrono solo delle direttive per trovare la propria strada in questo business, senza alcuna presunzione di insegnare qualcosa.
Con il trading online il tuo capitale è a rischio, che tu sia trader esperto o principiante e qualsiasi siano gli strumenti finanziari su cui operi. Fai dunque molta pratica con una piattaforma demo.

Broker

markets.com
 
- deposito minimo 100 €/$
- piattaforme MT4, Sirix Webtrader e mobile
- CFD e Forex a spread variabili
- fondi segregati in banche britanniche e tedesche
- quotata alla Borsa di Londra
- social trading

_____________________
- 3 piattaforme ITA (MT4, Ava e mobile)
- conti segregati
- regolamentato da MiFID e Consob
- filiale in Italia e conto UNICREDIT
- pagamenti anche PayPal
- deposito minimo 100 euro
- spread fissi

_____________________


xm.com

- sicurezza dei fondi
- deposito minimo 5 $
- leva finanziaria da 1:1 a 1:888
- Piattaforma Metatrader 4 e mobile
- Forex, CFD, Materie prime e Indici
- spread variabili da 1 PIP
- bonus no deposito

_____________________

I più letti

Users

Segui gli aggiornamenti

NO SPAM! Cancellazione immediata con un link
© 2015 Trading Forex On line. Designed by Bloggertheme9 Powered by Blogger.