giovedì 29 maggio 2014

5 Regole per il Trading Intraday sul Forex di Successo: strategie e consigli pratici

Pamela     giovedì, maggio 29, 2014     Nessun Commento

In questo articolo approfondisco ulteriormente l'argomento del trading intraday sul forex. Attraverso un esempio pratico di trading sul cambio AUD/USD ti mostro le mie regole e strategie che utilizzo per le mie entrate di trading intraday e per gestire la posizione con il minimo rischio.

Plus500

Le mie regole non è detto che vadano bene per te. Prendile semplicemente come consigli per imboccare quella che è la tua strada verso il trading di successo.

Ecco quali sono le 5 principali regole da seguire per avere successo nel trading intraday sul forex:

1# Avere un Piano efficiente da seguire 


Se vuoi avere sucesso nel trading intraday sul forex, devi costruirti un buon piano di trading da seguire ogni giorno. Sarà il tuo libretto d'istruzioni per il tuo daytrading. Per operare con più serenità infatti, la tua mente ha bisogno di una guida ben precisa su cosa fare. A quanto ammonta la tua perdita massima? Quanto vuoi guadagnare? Quando non devi fare trading? Quale strategia usare per le entrate? Quali strumenti tradare? Quanti trade puoi aprire ogni giorno? E così via. Se sai già in partenza cosa devi e non devi fare, quando fai trading non avrai indecisioni sul da farsi e il tuo conto ne gioverà. Io ad esempio ho delle istruzioni personalizzate per ogni tipologia di trading e strumento finanziario che seguo.

2# Osservare pochi strumenti finanziari


A proposito di strumenti finanziari, ti consiglio vivamente di seguirne solo una piccola parte dell'immensità di cui abbiamo a disposizione. Questo perché ognuno di essi, pur avendo più o meno gli stessi movimenti grafici (Joe Ross dice che un grafico è sempre un grafico), hanno sempre delle caratteristiche differenti. Devi dunque imparare a conoscere bene i movimenti di pochi strumenti per applicare le strategie standard ad ognuno di essi. Io ad esempio seguo alcune coppie di valute sul forex, ognuna con delle proprie peculiarità e seguo anche alcuni indici americani e l'Euro Bund. Non seguo le materie prime, anche se è una tipologia di trading che può essere molto profittevole, tuttavia non conosco e non ho avuto ancora modo di conoscere i movimenti di prezzo di determinati strumenti, quindi non mi azzardo a fare trading.

3# Fare Analisi Tecnica dal lungo al breve periodo


Ora andiamo alla parte pratica. Come vi ho già detto in diversi articoli, prima di fare qualsiasi entrata di trading intraday, devi guardare i grafici a time frame di lungo periodo.
Oggi ad esempio ho aperto un trade sul grafico a 15 minuti del cambio AUD/USD, tuttavia prima di quell'entrata avevo già analizzato spazi temporali ben più ampi come il mensile. In un precedente post credo di averti fatto notare la barra doji inside e la possibile resistenza derivante dal massimo della stessa. Ecco che quindi la mia idea operativa si è andata modellando proprio da lì.
Ovviamente poi sono andata un po' più in basso prima di effettuare la mia entrata intraday e sul 4 ore noto un punto dove il prezzo rimbalza verso il basso, quindi un'altra buona resistenza, con la barra molto al di fuori delle bande di Bollinger. Ciò significa solo una cosa: che nel breve periodo il prezzo potrebbe tornare verso il basso. Guardando quella figura qualcuno la chiamerebbe anche "testa e spalle ribassista", ma è una descrizione troppo generica e superficiale per impostare la propria entrata su di essa.
Continuiamo a scendere con il timing e sul 30 minuti troviamo una fantastica barra gimmee d'inversione che forma anche il massimo da più di 10 barre. La strategia mista Ross/Connors vuole che il prezzo vada verso il basso.

4# Entrare con un rischio limitato


Ho analizzato bene il grafico, tuttavia il rischio tecnico è ancora troppo elevato per una possibile entrata, quindi o entro ed imposto uno stop loss in denaro in base al mio piano di trading oppure vado a livelli più bassi e cerco un'entrata in cui il mio stop loss tecnico sia il meno oneroso possibile.
Ciò avviene sul 15 minuti. Entro a ribasso all'apertura della barra che segue la doji inside fuori dalle bande di Bollinger. Imposto il mio stop tecnico poco sopra il massimo della doji.



5# Ridurre il rischio ma non il guadagno con una gestione efficace


Nel trading online sul forex tutto può cambiare in un attimo, quindi è necessario saper gestire al meglio la tua posizione in guadagno per non incorrere in perdite e per non fermare il tuo profitto in modo prematuro.
La pratica migliore da fare è quella di avere un primo target abbastanza vicino. Solitamente io cerco di prendere guadagno dopo 10 punti o qualcosa in più ed è ciò che ho fatto in questo trade. Tuttavia, chiudere il mio trade intraday dopo soli 10 punti, dopo aver fatto tutta quell'analisi a partire dal mensile e quindi aspettandomi una discesa ben più ampia, andrebbe considerata come una perdita se questa discesa ci sarà. E se non prendo quei sudati 10 punti di profitto? Potrei davvero incorrere in una perdita. Allora cosa faccio?
Divido la mia posizione. Prendo profitto a +10 pip (escluso lo spread) con 2/3 della mia posizione, sposto il mio stop al livello dell'entrata e lascio correre gli eventuali profitti se ce ne sono, anche per più giorni infrasettimanali, trasformando il trading intraday in trading di posizione senza alcun rischio.
Se i profitti corrono, anche se solo per 1/3 della tua posizione iniziale, noterai la differenza nel tuo conto. Se ciò non accade non avrai perso nulla e hai comunque un piccolo guadagno derivante dalla prima posizione chiusa a +10 punti.

Queste sono le mie regole principali per fare trading intraday sul forex e spero possano essere utili anche a te per iniziare un percorso di successo in questo business rischioso ma molto profittevole se sai come fare.


Segui gli aggiornamenti del blog di Trading:

Inserisci l'E-MAIL




NO SPAM! Riceverai gli articoli del blog e puoi cancellare l'iscrizione con un semplice click quando vuoi.

,

0 commenti :

Attenzione

I contenuti di questo blog non sono un incentivo a fare trading speculativo, ma offrono solo delle direttive per trovare la propria strada in questo business, senza alcuna presunzione di insegnare qualcosa.
Con il trading online il tuo capitale è a rischio, che tu sia trader esperto o principiante e qualsiasi siano gli strumenti finanziari su cui operi. Fai dunque molta pratica con una piattaforma demo.

Broker

markets.com
 
- deposito minimo 100 €/$
- piattaforme MT4, Sirix Webtrader e mobile
- CFD e Forex a spread variabili
- fondi segregati in banche britanniche e tedesche
- quotata alla Borsa di Londra
- social trading

_____________________
- 3 piattaforme ITA (MT4, Ava e mobile)
- conti segregati
- regolamentato da MiFID e Consob
- filiale in Italia e conto UNICREDIT
- pagamenti anche PayPal
- deposito minimo 100 euro
- spread fissi

_____________________


xm.com

- sicurezza dei fondi
- deposito minimo 5 $
- leva finanziaria da 1:1 a 1:888
- Piattaforma Metatrader 4 e mobile
- Forex, CFD, Materie prime e Indici
- spread variabili da 1 PIP
- bonus no deposito

_____________________

I più letti

Users

Segui gli aggiornamenti

NO SPAM! Cancellazione immediata con un link
© 2015 Trading Forex On line. Designed by Bloggertheme9 Powered by Blogger.