Gap nel trading: cos’è e come operare

Trading

BROKER

CFD
ECN + CFD
ECN + CFD
amp logo
Futures + CFD
avatrade logo
CFD
About Pamela
Il significato di gap nel trading è abbastanza semplice da comprendere, ma spesso ciò che si perde è il reale modo in cui fare operazioni in una situazione del genere.

Andiamo per ordine spiegando cos’è il gap nel trading. Un gap nel trading non è altro che un divario tra due range (prezzo di chiusura di una barra e il prezzo di apertura di una barra successiva). Quel vuoto che viene mostrato sul grafico è un’assenza di scambi.

Nel Forex gli esempi più significativi di gap si formano tra la chiusura del venerdì e l’apertura del lunedì, come ad esempio per le valute. Si nota spesso questo divario all’apertura settimanale e ciò è dovuto a notizie importanti che potrebbero dettare l’andamento di un determinato strumento.

La consapevolezza di tutti o troppi è che il gap si chiude sempre e ciò realizza un’idea operativa sbagliata per tanti nuovi trader. Che significa che un gap si chiude sempre? Significa che i prezzi torneranno al punto precedente per colmare il vuoto che si è creato, tuttavia non si sa quando accadrà. Può succedere nello stesso giorno o dopo anni, ma non tutti ne sono davvero consapevoli.

Una barra apre con un gap a rialzo, allora entro a ribasso con target alla chiusura della barra precedente? Assolutamente no! Il prezzo potrebbe ancora salire. Hai un’idea operativa per un possibile target e va bene, ma non entrare a caso. Per entrare nei trade devi seguire l’andamento dei prezzi e le regole delle tecniche di trading che funzionano. Devi essere disciplinato e non aprire posizioni a caso, perché potresti perdere molti soldi.

Inoltre se decidi di entrare in una situazione del genere, seguendo ovviamente le regole – oltre ad impostare sempre il tuo stop loss per evitare di bruciare il conto – imposta un take profit di qualche punto in meno rispetto al target della chiusura del gap. Questo perché spesso capita che il prezzo rimbalzi proprio poco prima della chiusura così da prendere gli stop dei trader e ritornare nuovamente al punto di chiusura.

La formazione di un gap è dunque una buona situazione operativa, ma devi saperla sfruttare al meglio, se vuoi essere un trader di successo.


Se l’articolo ti è stato utile, puoi aiutarmi a condividerlo? GRAZIE!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Segui il





Puoi cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando il link in calce alla newsletter o scrivendomi.

Per essere sicuro di esserti iscritto alla newsletter devi completare le seguenti fasi dopo il click del pulsante:
1. Si aprirà una finestra popup in cui dovrai effettuare un'ulteriore conferma che tu voglia realmente iscriverti alla newsletter.
2. Dovrai confermare la tua iscrizione cliccando un link che riceverai nella tua mail.

2 commenti su “Gap nel trading: cos’è e come operare”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

BROKER

CFD
ECN + CFD
ECN + CFD
amp logo
Futures + CFD
avatrade logo
CFD

AVVISO DI RISCHIO: Una percentuale di trader tra 74 e 89% perde il proprio denaro con il trading su strumenti a leva come i CFD.