Tecniche di scalping con una barra Doji inside

BROKER

CFD
ECN + CFD
ECN + CFD
amp logo
Futures + CFD
avatrade logo
CFD
About Pamela
In questo articolo voglio mostrare una semplice tecnica di scalping con una barra Doji inside, che si verifica in particolari condizioni. Con scalping intendo un’operazione di brevissimo periodo e con obiettivo fisso. Tale tecnica infatti non mostra necessariamente l’inizio di un trend ampio, ma anche e soprattutto dei brevi rimbalzi o ritorni di prezzo, utili per un piccolo profitto.
Se clicchi sull’immagine si ingrandisce

Ho già scritto di barre Doji in un altro articolo in modo generico. Esse – nel senso più semplice e pratico – mostrano un cambiamento (breve o ampio) di direzione del prezzo. La tecnica in questione però entra nello specifico, indicando una formazione di barra Doji inside, ossia contenuta nel range di prezzo (apertura – chiusura) di una barra precedente.

Ma in cosa consiste questa tecnica e come funziona?

La tecnica è molto semplice e può essere utilizzata anche con le candele, su qualsiasi strumento finanziario abbastanza liquido (il Forex è perfetto) e su ogni time frame, tuttavia prima di testarla in reale, consiglio di provarla con un conto demo. Ovviamente uno spazio temporale più ampio presuppone anche un movimento maggiore e più affidabile.
Le condizioni affinché si verifichi la possibilità di entrata con questa tecnica sono le seguenti:
– una barra Doji inside, ossia contenuta nel range di apertura e chiusura della barra precedente;
– la barra precedente deve essere abbastanza ampia per permettere l’operatività;
– la barra Doji deve avere un’ombra lunga almeno 5 volte il suo corpo (ossia l’ampiezza tra apertura e chiusura che nell’immagine di esempio è praticamente nulla);
– l’ombra della barra Doji deve essere inversa all’entrata;
– l’entrata non è prevista con un gap;
– non si può entrare negli orari di rilascio di notizie economiche.

Quando entrare nel trade? E dove mettere il take profit e lo stop loss?

L’entrata avviene nella barra successiva alla Doji, alla rottura della stessa nella direzione opposta all’ombra. L’obiettivo iniziale è identificabile con il corpo della barra precedente alla Doji, quindi nella figura è a ridosso dell’apertura della barra verde prima della Doji. Volendo si può gestire l’operazione chiudendo solo metà del trade a quel livello e far correre gli eventuali profitti successivi, proteggendo con lo stop sull’entrata. Lo stop loss si inserisce sul massimo della barra precedente alla Doji (o sul minimo nel caso di entrata a rialzo). Esso può essere impostato anche sul massimo della Doji, ma in questo caso il rischio è maggiore.
Questo tipo di pattern è anche una formazione di calicetto di Paolo Serafini – top trader italiano – che nel suo libro The Scalper (una buona base con tanti esempi reali per iniziare a guadagnare e vivere con il trading) mostra come operare in una più ampia accezione del pattern. Nel libro spiega in modo semplice dove entra e dove inserisce stop loss e take profit.
Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sui post di questo blog e leggi anche le altre tecniche di trading che funzionano sul Forex, così puoi iniziare a guadagnare con il trading in reale usufruendo dei 25 euro gratis senza deposito.

Leggi le altre guide su www.itradingforexonline.com

Se l’articolo ti è stato utile, puoi aiutarmi a condividerlo? GRAZIE!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Segui il





Puoi cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando il link in calce alla newsletter o scrivendomi.

Per essere sicuro di esserti iscritto alla newsletter devi completare le seguenti fasi dopo il click del pulsante:
1. Si aprirà una finestra popup in cui dovrai effettuare un'ulteriore conferma che tu voglia realmente iscriverti alla newsletter.
2. Dovrai confermare la tua iscrizione cliccando un link che riceverai nella tua mail.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

BROKER

CFD
ECN + CFD
ECN + CFD
amp logo
Futures + CFD
avatrade logo
CFD

AVVISO DI RISCHIO: Una percentuale di trader tra 74 e 89% perde il proprio denaro con il trading su strumenti a leva come i CFD.