Quanti soldi servono per fare trading? [VIDEO]

Trading

BROKER

xm recensioni
CFD
ECN + CFD
ECN + CFD
amp logo
Futures + CFD
avatrade logo
CFD
About Pamela

Quante volte ti sei chiesto: quanti soldi servono per fare trading online?

Qual è il capitale iniziale minimo da investire per vivere di trading online?

Sono in tanti ad iniziare con un conto sottocapitalizzato e la maggior parte lo prosciuga completamente in pochi trade.

All’inizio del mio percorso ammetto di aver azzerato un paio di volte il mio capitale iniziale e tutte le volte è accaduto per eccesso di sicurezza, via via ridimensionato.

Uno dei libri di Joe Ross che ho studiato molti anni fa, raccontava il suo esempio di trader con un capitale iniziale di 5.000 dollari che ha ricevuto in prestito e poi ha restituito grazie ai profitti conseguiti. Un racconto che mi ha destabilizzata, perché mi ha spinto a provare senza la giusta consapevolezza del rischio e quindi con catastrofi iniziali.

Per carità, Joe Ross è un grande, ma certi racconti semplicistici andrebbero meglio approfonditi per evitare stragi.

La verità però è che i miei tanti errori mi hanno dato modo di capire e applicare un metodo adeguato a me stessa e quindi a crescere come trader anno dopo anno.

Il problema è che all’inizio non è facile trovare una strada, soprattutto quando c’è molta confusione nelle tante informazioni che si trovano in giro.

C’è addirittura chi afferma che con un capitale di trading iniziale di 100 euro puoi diventare ricco e in poco tempo.

Tieni a mente una cosa: con il trading online non puoi diventare ricco, perché la vera ricchezza si misura in valuta tempo e se il tempo lo passi davanti ai grafici diventa comunque un lavoro a tempo pieno.

Ovviamente, cosa diversa è per il trading automatico.

Dunque, ti ho già tolto un sogno, ne sono consapevole, ma voglio che anche tu lo sia prima di gridare alla truffa del trading online.

Personalmente, dopo anni di lavoro costante, ho un mio metodo ottimizzato che mi occupa poco tempo, a volte minuti, altre poche ore. Per arrivarci però ho studiato davanti ai grafici anche per 12 ore al giorno, fino ad averne la nausea.

Senza divagare oltre, cerchiamo di capire come calcolare un capitale minimo per fare trading online e viverci.

I 5 fattori principali utili a calcolare il giusto capitale iniziale di trading

#1 – Livello di preparazione

Se sei all’inizio del tuo percorso di trader in reale, devi partire con un capitale ridotto, perché lo stato d’animo cambia quando passi dalla demo al trading con soldi veri e potresti facilmente compiere passi falsi e azzerare il tuo conto.

Devi partire con poco, un po’ come se fosse una seconda pratica, per capire come muoverti in futuro.

#2 – Lo storico della strategia principale

Uno storico realistico della tua strategia di trading principale ti fa capire la dimensione effettiva del tuo rischio e di conseguenza quella del capitale iniziale.

Ecco perché dico sempre di:

  • Fare demo come se fossi in reale;
  • Usare una strategia unica, un sottostante unico e una size unica per i primi N trade.

In questo modo, renderai il tuo “backtest” solido e affidabile per un’analisi più approfondita e mirata. E lo so che questo tipo di trading è noioso, ma diventa un modo anche per testare la tua disciplina di lungo termine.

#3 – Il capitale che hai a disposizione

Se hai sul conto personale 1.000 euro, non fare trading neanche con 100. L’equilibrio psicologico è fondamentale per fare bene in quest’attività e se ti riduci a fare trading con soldi che ti servono per vivere, la tua carriera da speculatore finanziario è già finita ancor prima di iniziare. Questo perché non riuscirai ad accettare le perdite fisiologiche e neanche i profitti piccoli: non vuoi perdere denaro e vuoi diventare ricco.

Insomma, se hai poco denaro in cassa, continua a fare esperienza in demo come se fossi in reale e quando arriverà il tempo in cui potrai fare trading in reale, anche solo con 100 euro, sarai più preparato e consapevole.

#4 – Il mercato in cui operi

Se fai trading sui futures o sull’azionario, hai bisogno di un capitale più alto rispetto al mercato OTC del Forex o alle criptovalute.

Ogni mercato ha dei livelli di margine da mantenere diversi tra loro e anche un rischio a sé. Cerca di capire il tuo in base al tuo strumento finanziario preferito da tradare.

#5 – Il tuo obiettivo monetario

Se vuoi vivere di trading, non puoi pensare di farlo con un conto di 100 euro.

L’obiettivo è sempre rapportato al capitale che hai in conto. Per quale motivo?

Perché prima di ogni cosa devi avere un rischio massimo del 5% (che per me è già troppo alto, preferisco l’1%) e su 100 euro sarebbero 5. Il profitto adeguato a tale rischio non sarebbe certamente di 500 euro e difficilmente di 50, perché è necessario che il primo target sia raggiungibile con facilità, soprattutto con un rischio così alto in riferimento al tuo capitale.

Impara quindi a calcolare anche il giusto obiettivo in base ai tuoi parametri di riferimento.

Quanti soldi servono per fare trading?

Fatti due conti, se hai già acquistato il diario di trading, usa il mio calcolatore come aiuto. Stima il tuo capitale iniziale al meglio possibile per te, con la massima sincerità e consapevolezza. Questo è il primo passo per iniziare col piede giusto in questo mestiere tanto rischioso.

Ok, puoi iniziare anche con 100 euro, ma devi considerare il tuo trading come una seconda esperienza dopo la demo, perché non ti porterà a fare un viaggio intorno al mondo, ma magari a mangiare una buona pizza.

Il mio consiglio è questo: anche se inizi con un conto piccolo, usalo come esperienza reale con un calcolo adeguato del rischio, solo in questo modo puoi verificare il tuo trading di lungo periodo.

C’è chi con 100 euro vuole fare l’operazione della vita, ma perde tutti i 100 euro. Se è il tuo caso, è meglio che compri un biglietto del superenalotto di tanto in tanto, di sicuro spendi meno e potresti addirittura avere più possibilità di diventare ricco di punto in bianco.

Ho fatto un video esempio per farti capire cosa intendo quando dico di calcolare un rischio adeguato in base al tuo capitale e alla tua strategia. Potrebbe darti lo spunto necessario per partire nel modo migliore.

Trovi tutti gli approfondimenti che ti servono acquistando il diario di trading su Amazon.

La video-risposta del calcolatore

Il calcolatore risponde coi numeri alla domanda: posso fare trading con 100 euro?

Per accedere al calcolatore trovi le credenziali nel diario di trading.

Sperando di averti fatto cosa gradita con questo video esempio, ti auguro di poter trovare la strada giusta per affrontare al meglio questa rischiosa attività. Nel mio piccolo, continuerò a darti di tanto in tanto qualche dritta noiosa ma sempre vera.

A presto.

Segui il BLOG


Se l’articolo ti è stato utile, puoi aiutarmi a condividerlo? GRAZIE!

2 commenti su “Quanti soldi servono per fare trading? [VIDEO]”

  1. La miglior cosa da fare con 100 euro è prendersi qualche libro di trading da studiare, pensare di iniziare ad operare con quella cifra significa terminare la propria attività di trader molto in fretta!
    Paolo

    Rispondi
    • Approvo in pieno ciò che dici, Paolo. Io continuo a comprarne, oramai materiale solo in inglese, ma penso che ogni libro possa fornire almeno uno spunto in più o un insegnamento, anche il più insignificante.
      Ti auguro una buona serata!

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

BROKER

xm recensioni
CFD
ECN + CFD
ECN + CFD
amp logo
Futures + CFD
avatrade logo
CFD
Ci sei già?

AVVISO DI RISCHIO: Una percentuale di trader tra 74 e 89% perde il proprio denaro con il trading su strumenti a leva come i CFD.